Punto Canestro

È il punto ideale per realizzare coperte, copertine per neonato, borse e altri accessori. Si sviluppa su una ripetizione di otto ferri, che formano due righe di intreccio a canestro. Facile da realizzare, è adatto anche per le principianti. Ecco come si esegue con i ferri dritti, oppure con i ferri circolari senza chiudere.

punto canestro

Il numero di maglie deve essere multiplo di 10+3.

Realizzazione:

1° ferro: *3dir, 7 rov*, ripetere da * a *, 3dir.

2°-3° ferro: lavorare i punti come sono.

4° ferro: a rovescio.

5° ferro: 5rov, *3dir, 7 rov*, ripetere da * a *, 5rov.

6°-7° ferro: lavorare i punti come sono.

8° ferro: a rovescio.

 

Il punto canestro è facile da realizzare e il risultato è sempre d’effetto. Simula la trama dei canestri in vimini, ne ha quasi la stessa profondità, infatti non viene piatto.

Utilizzando un filato sottile il punto canestro risulta delicato, mentre con un filato più spesso ha un aspetto più corposo e “rustico”. Si pùò scegliere anche un filato sfumato e si possono mettere due capi insieme, sfalzando leggermente i colori, come ho fatto io in questa copertina di cui vedete il dettaglio nella foto.

Il punto canestro è un classico della maglia. È ideale per coperte, copertine per neonato, copricuscini, borse e accessori. Si utilizza poco nell’abbigliamento, del resto l’effetto trama di canestro in vimini è poco indicato per quello, salvo fare un bordo o qualche dettaglio con un po’ di fantasia.

Il punto canestro sarà uno di quelli che utilizzerete di più, è semplice, ordinato, tridimensionale e d’effetto. Lasciate un commento se vi piace e se queste istruzioni vi sono state utili, grazie.

Trovi altre idee da realizzare ai ferri nella pagina Punti a maglia. Per approfondire le tecniche del lavoro a maglia puoi consultare la pagina Tecniche a maglia.

Buon lavoro a maglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *