Hobby Show Roma 2017: cosa c’è di lavoro a maglia?

E’ iniziato ieri l’Hobby Show di Roma e io ci sono andata subito per vedere le proposte degli espositori per il lavoro a maglia. In generale, queste fiere che raccolgono più hobby creativi hanno poco di tutto, ma rispetto all’edizione della primavera scorsa ho trovato più stand dedicati alla maglia e più scelta di filati. Cercavo dei bottoni, qualcosa ho trovato, ma purtroppo in questa edizione ce n’è pochissima scelta. In compenso c’è più lana e di più marche e qualcosa in più (poco) di ferri. Inizierei da una breve presentazione generale della fiera, per poi descrivere gli stand con prodotti di knitting.

 

Hobby Show Roma 2017

La location dell’Hobby Show Roma

L’edizione autunno 2017 dell’Hobby Show Roma ha luogo al Palacavicchi, in via Ranuccio Bianchi Bandinelli 74. Facile da raggiungere dal Grande Raccordo Anulare, ha lo svantaggio di trovarsi però su una via stretta e trafficata, dove nel fine settimana si potrebbero verificare delle code, qualora l’afflusso di visitatori al Palacavicchi fosse sostenuto. C’è anche la possibilità di avvalersi della navetta gratuita, che parte ogni mezz’ora dalla stazione metro Anagnina. Orari, costi e il carnet sconti sono disponibili sul sito ufficiale.

Gli stand in tutto sono 69, di cui un’area gioco bimbi e un banco di appetitosi prodotti da forno, che purtroppo è stato posto lontano dall’area ristoro, dove ci si può sedere e prendere un caffè e poco altro.

 

I filati, i ferri e le riviste di maglia all’Hobby Show Roma

Nel padiglione 1, poco dopo l’ingresso, c’è Il filo di Arianna che vende mulinelli, gomitoli di Miss Tricot Filati e qualcosa di Silke e Bertagna. In particolare, qui trovate i filati Madesimo e Gressoney, di cui ho parlato in un precedente post sulle novità autunno-inverno di Silke. Più avanti, percorrendo il corridoio centrale, c’è il Centro di cucito creativo, che ha in vendita una selezione di filati Rowan, con particolare attenzione a quelli nuovi, nonché i ferri KnitPro Symphonie sia dritti sia circolari intercambiabili.

 

Hobby Show Roma 2017 Stand Rowan

 

Poco distante, sulla sinistra e davanti all’area ristoro, c’è la Merceria Claretta dove sono in vendita i filati Mondial e una buona gamma di ferri dritti, ma soprattutto di ferri circolari fissi di numerose misure e lunghezze di cavo. Io qui ne ho approfittato per comprare qualche ferro che mi mancava e che mi potrebbe servire in futuro.

 

Hobby Show Roma 2017 I miei acquisti

 

Nel padiglione 2, al centro, c’è Diddi Giulio filati e passamanerie che ha numerose e belle rocche di filato (ideali per chi lavora a macchina), mentre meno attraente mi sembra l’offerta di gomitoli. Più avanti, nel corridoio di sinistra, trovate A spasso nel tempo che espone una interessante, seppur molto limitata, selezione di nuovi filati Laines du Nord. Spostandosi sul corridoio di destra, c’è poco più avanti Per filo e segno, dove potrete acquistare lana Katia e Mondial. Infine, in fondo, in un espositore un po’ nascosto trovate della lana Mondial e Rowan presso lo stand di Stoffa amore e fantasie.

 

Hobby Show Roma 2017 A spasso nel tempo

 

Per quanto riguarda le riviste di maglia, ce ne sono alcune presso gli espositori che vendono lana, ma certamente di più presso gli stand di Edizioni Lumina e Cigra 2003 edizioni.

 

Considerazioni finali

Come già detto, queste fiere dedicate agli hobby creativi in generale cercano di raccogliere più persone, ma spesso offrono un po’ di tutto, senza accontentare veramente nessuno. Per quanto riguarda i prodotti per la maglia va notato che ci sono più stand dell’edizione primaverile, con più varietà di marche, tuttavia rimane una scelta sempre limitata rispetto al mondo dei balocchi rappresentato da una fiera dedicata. In Italia non ce ne sono e l’appassionata guarda con un po’ d’invidia alle fiere organizzate all’estero, come ad esempio l’Edinburgh Yarn Festival, con il proposito di andarci insieme a qualche amica in un viaggio che bisognerebbe fare con la carta di credito ben carica. Allora ci accontentiamo di quello che c’è, dei segnali di miglioramento costituiti da un numero maggiore di espositori che propongono ferri e filati e da qualche marchio in più. Del resto, se è così per le knitter, sicuramente è lo stesso per le appassionate degli altri hobby creativi. Poi ogni fiera è un mondo a sé, con espositori che cambiano di edizione in edizione e vedremo come sarà la prossima.

E voi siete state all’Hobby Show Roma 2017? Cosa avete fatto e comprato? Cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *